Cattedrale di Myeongdong

La Cattedrale di Myeongdong, o Chiesa Madre di Santa Maria della Concezione, è una chiesa cattolica romana situata nel quartiere di Jung-gu, a Seoul, ed è la sede della arcivescovo di Seoul, Andrew Yeom Soo-jung , il più alto prelato del paese.

La cattedrale è dedicata a Nostra Signora della Concezione, la patrona principale della Corea e del popolo coreano e rappresenta un punto di riferimento per tutta la comunità cattolica del paese, nonché un simbolo del cattolicesimo in Corea.
Dal punto di vista architettonico, Myeongdong è uno degli esempi più antichi di architettura neogotica in Corea. Grazie alla magnificenza dell’edificio e alla bellezza dei suoi interni gotici, la chiesa è una delle principali attrazioni della città, soprattutto per i visitatori di fede cristiana. La costruzione iniziò nel 1894 e fu completata nel maggio 1898.
Nel 50° anniversario della consacrazione della chiesa, avvenuto nel 1948, una statua francese di Nostra Signora di Lourdes dal titolo “l’Immacolata Concezione” è stata eretta dietro alla chiesa.

La chiesa si chiamava originariamente Jonghyeon e durante l’occupazione giapponese veniva indicata semplicemente come “chiesa cattolica”. Dopo gli anni della liberazione della Corea dalla dominazione coloniale, il nome fu poi cambiato in Cattedrale di Santa Maria della Concezione e l’edificio venne colloquialmente indicato dai suoi fedeli come Cattedrale di Myeongdong.
Al piano seminterrato si trova un piccolo santuario e un cimitero interrato con i resti dei martiri coreani.
Ogni anno, nel giorno della vigilia di Natale, ha luogo una messa solenne di mezzanotte.
Ogni maggio, la Cattedrale di Myeongdong ospita un festival culturale aperto a tutti: nel corso del mese offre diversi programmi, come concerti di musica tradizionale coreana, spettacoli di danza, esposizioni di calligrafia, mostre floreali e giochi popolari.

Caratteristiche

La chiesa originaria fu costruita utilizzando venti tipi di mattoni rossi e grigi. L’edificio principale raggiunge un’altezza di 23m, con il campanile che sale fino a 45m.
L’interno della chiesa è riccamente decorato con opere d’arte religiosa, mentre le belle vetrate raffigurano scene bibliche come la Natività di Gesù e l’Adorazione dei Magi, riportate al loro stato originale nel 1982 dall’artista Lee Nam-Gyu.
Sotto all’altare maggiore si trova la cripta della cattedrale, che contiene le reliquie di nove martiri coreani: due sono sconosciuti, mentre i restanti cinque sono il Vescovo Laurent-Joseph-Marius Imbert, Padre Maubant, Padre Chastan Kim Sung-woo Antonio, e Choi Gunghwan Francesco. Ogni mattina nei giorni feriali si svolge uno speciale pellegrinaggio nella cappella della cripta.

Da simbolo del cristianesimo a simbolo di protesta politica

Il cristianesimo fu oggetto di pesanti persecuzioni in epoca Joseon. Tuttavia l’interesse verso questo culto è andato crescendo, grazie all’opera di missionari e ai valori di uguaglianza da esso promossi. Dal 1830, la zona di Myeongdong era diventata infatti il centro del lavoro missionario cattolico. I missionari si dedicarono alla diffusione del cattolicesimo in segreto.
Grazie ad una convenzione stipulata nel 1882, il vescovo di Corea ottenne un terreno per avviare una missione: acquistò così un lotto libero su Jonghyeon, che significa “collina della campana” e vi realizzò un centro educativo, iniziando a progettare la costruzione di una chiesa, grazie anche al sostegno della Francia.
Fu così che l’imperatore Gojong presiedette la cerimonia di posa della prima pietra il 5 agosto 1892. Purtroppo l’inaugurazione della cattedrale slittò notevolmente a causa dello scoppio della prima guerra sino-giapponese. Il 29 maggio 1898 la chiesa fu finalmente aperta ai fedeli e consacrata alla Immacolata Concezione della Beata Vergine.
Nel 1900, vi furono portate le reliquie dei martiri coreani che morirono nella persecuzione del 1866 .
Il clero cattolico romano è stato tra i principali oppositori del governo militare della Corea del Sud negli anni ’70 e ’80, tanto che la cattedrale divenne un luogo di protesta politica e una sorta di santuario per i manifestanti. Kim Dae-jung, che da lì a poco sarebbe diventato presidente, vi tenne un comizio storico nel 1976, per chiedere le dimissioni dell’allora presidente in carica Park Chung Hee, e circa 600 manifestanti guidati dagli studenti vi organizzarono uno sciopero della fame nel 1987, dopo l’uccisione di uno studente universitario.
Ancora oggi la cattedrale resta un luogo molto popolare per i manifestanti, a causa della riluttanza del governo ad effettuare arresti all’interno di un luogo sacro.

Mappa:

Nome: Cattedrale di Myeongdong

Nelle vicinanze:

tonkatsu-anzu-fA 907 metri
namdaemun-fA 1121 metri
seoul-museum-art-fA 1198 metri
tempio-jogyesa-fA 1305 metri
palazzo-changgyeonggung-fA 1851 metri
dongdaemun-gate-fA 2142 metri
Ti consiglio di venire in Corea con CoreaTour! Il viaggio di gruppo in Corea organizzato da me! Partenza il 30 marzo 2017. Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!