Amanohashidate

Amanohashidate è uno dei luoghi più pittoreschi e peculiari del Giappone. Si tratta di un istmo di sabbia ricoperto da vegetazione (8000 alberi di pino), lungo circa 3,6 km di lunghezza, per 170 m di larghezza. Per percorrerlo interamente ci vuole circa 1 ora a piedi, o 20 minuti in bicicletta.

Il nome Amanohashidate significa letteralmente “ponte nel cielo” e si estende nella baia di Miyazu Bay, sulla penisola di Tango, a nord della Prefettura di Kyoto: si dice che il banco di sabbia assomigli ad un percorso tortuoso che collega cielo e terra, specialmente se visto dalle montagne situate alle due estremità della baia. Questa famosa vista è annoverata tra i più bei panorami di tutto il Giappone, insieme a Miyajima e Matsushima.
Il banco di sabbia è costellato da quasi 8000 alberi di pino ed è considerato tra le più belle pinete del paese. Alcuni alberi hanno forme uniche e per questa ragione sono stati dati loro dei nomi come Meoto Matsu (coppia di pini), Nakayoshi no Matsu (Pino amichevole), e Chie no Matsu (pino della saggezza).

La costa orientale di Amanohashidate è caratterizzata da spiagge di sabbia bianca, molto popolari e frequentate nei mesi estivi. Le spiagge, in combinazione con l’acqua blu e il verde dei pini, creano un paesaggio di rara bellezza, che può essere ammirato anche a bordo di una delle tante navi da crociera che solcano queste acque.
Presso il Amanohashidate Tourist Information Centre è possibile reperire informazioni anche in lingua inglese.
Secondo la leggenda, Amanohashidate veniva usato dalla divinità Izanagino Omikami come una sorta di passaggio per ricongiungersi con un’altra divinità, Izanamino Omikami.

Tempio di Nariaiji

Il tempio di Nariaiji è il 28° di 33 templi sacri del Giappone occidentale, un percorso di pellegrinaggio che collega vari templi dedicati a Kannon, la dea buddista della misericordia. Si tratta di un tempio di montagna risalente al 704, che ospita una pagoda a cinque piani e una scultura misteriosa a forma di drago chiamata “Mamuki no Ryu” , che sembra guardare costantemente l’osservatore, indipendentemente dal punto di osservazione.
Il tempio appartiene alla setta Shingon, una setta del buddismo giapponese. La struttura era in origine situata nei pressi della cima del monte che domina Miyazu Bay, ma fu poi spostata circa due secoli fa, a causa di una frana. Gli attuali giardini del tempio sono in posizione elevata e permettono una vista suggestiva su Amanohashidate.
Il tesoro principale del tempio di Nariaji è una statua in legno intagliato dedicata a Kannon, risalente al periodo Heian.
Vicino alla sala principale si trova un piccolo campanile di legno contenente la “campana della neutralità“: la campana è completamente chiusa nella sua torre e non è mai stata colpita a causa della triste leggenda sulle sue origini concernenti un bambino che venne accidentalmente lasciato cadere nel metallo fuso utilizzato per forgiare la campana.
La pagoda a cinque piani si trova lungo il pendio del tempio ed è caratterizzata da una struttura di colore rosso vivo, secondo lo stile Kamakura.

Chiesa di Miyazu

Chiamata anche chiesa di San Giovanni, questa chiesa è stata costruita nel 1896 dal francese Padre Luigi Relave. Si tratta della più antica tra le chiese cattoliche che ogni celebrano una messa ogni settimana.
Dal punto di vista architettonico, ha una tipica struttura romanica con influenze giapponesi e occidentali (i vetri che decorano le finestre sono stati importati dalla Francia).

Antica casa della famiglia Mikami

Questa casa è stata registrata come bene culturale nazionale. La famiglia Mikami è stata una delle più importanti famiglie di mercanti nella città di Miyazu, durante il periodo Edo. Nel 1783 la loro casa andò bruciata, così l’edificio principale è stato ricostruito a prova di incendio, con grandi mura e porte di terra che circondano le colonne esterne.

Come muoversi

I piccoli villaggi situati su entrambi i lati nord e sud di Amanohashidate sono facilmente raggiungibili e visitabili a piedi, in quanto le distanze sono brevi. Nel villaggio di Monju, la stazione ferroviaria si trova a poche centinaia di metri da numerosi ryokan, negozi di prodotti alimentari e turistici.
Un ottimo modo per visitare la zona è quella di noleggiare una bicicletta in uno dei tanti centri di noleggio presenti in loco, mentre per chi preferisce un mezzo motorizzato, l’alternativa è quella di spostarsi a bordo di piccoli motoscafi che effettuano escursioni intorno ad Amanohashidate: le tariffe sono molto convenienti e in poco tempo si può visitare la zona e le sue bellezze.
Il modo migliore per ammirare Amanohashidate è dall’alto, magari prendendo una seggiovia (o in alternativa un trenino elettrico) che conduce ad un’area di osservazione posta su una vicina collina.
Si dice che guardare Amanohashidate voltando le spalle ad esso e poi chinandosi e guardarlo a testa giù attraverso le proprie gambe, lo faccia assomigliare ad un ponte sospeso nel cielo e si dice porti fortuna.

Il ponte girevole

Il ponte girevole sul lato sud di Amanohashidate è unico nel suo genere: anziché alzarsi come un ponte levatoio tradizionale, la sezione centrale di questo ponte ruota di 90 gradi per consentire il passaggio delle barche. Il ponte è stato costruito nel 1923 ed era inizialmente azionato a mano, mentre dal 1960 è stato dotato di un sistema di attivazione elettrica, visto il gran numero di imbarcazioni che solcano queste acque. Si dice che vederlo in azione porti fortuna.

Punti di osservazione

Kasamatsu-park è certamente il più famoso punto di osservazione su Amanohashidate. Per accedervi occorre prendere una funivia. Molto suggestivo anche Amanohashidate Viewland, raggiungibile anch’esso in funivia.

Tempio di Chion-ji

Il tempio di Chionji è situato all’estremità meridionale di Amanohashidate. Facente capo alla scuola Rinzai del Buddismo Zen giapponese, il tempio ospita una delle più importanti statue dedicate a Monju Bosatsu, il dio buddista della saggezza e dell’intelletto. Per questa ragione il tempio è visitato soprattutto da studenti e da tutti coloro che cercano saggezza e successo accademico. I visitatori sono soliti acquistare dei piccoli oggetti a forma di ventaglio, da appendere agli alberi intorno al tempio in segno di buon auspicio.
Altre importanti strutture del complesso, sono il grande cancello d’ingresso e la pagoda a due piani, costruita nel 1500, la più antica struttura nel recinto del tempio. Chionji è anche il sito della tomba di Izumi Shikibu, una famosa
poetessa del periodo Heian (710-1185).
Il tempio si trova 5 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria di Amanohashidate. La porta del tempio che si affaccia su Chaya Street è registrata come bene culturale nazionale ed è una delle più grandi porte della zona di Tango.

Santuario di Motoise Kono

Il santuario di Motoise Kono si trova vicino all’estremità settentrionale di Amanohashidate. Storicamente è il più importante santuario della regione di Tango, nel nord della Prefettura di Kyoto, dedicato alle divinità shinto Amaterasu e Toyoukehime.
La sala principale del santuario presenta decorazioni uniche nel loro genere. Accanto agli edifici principali si distinguono diversi piccoli santuari costruiti in vari stili architettonici e dedicati a varie divinità, tra cui Amaterasu, Sarutahiko, Ebisu, Inari e gli dei Kasuga.

Acquario di Uocchikan

L’acquario ospita un totale di 6000 creature marine appartenenti a oltre 300 specie, tra cui pinguini e foche. La struttura sorge ad un’ora di bicicletta dalla stazione ferroviaria di Amanohashidate.

Prodotti tipici

Tra i prodotti alimentari più tipici di Amanohashidate troviamo l’aceto di riso, l’olio di sardine, il granchio, vera e propria specialità locale da gustare soprattutto nel periodo che va da inizio novembre a fine marzo, la ricciola giapponese, i frutti di mare, il chie-no-mochi, una torta di riso dolce e l’asari-don, un mollusco cotto sulla ciotola di riso.

Come arrivare

In treno:

Il treno espresso Hashidate, con quattro corse al giorno, permette un collegamento veloce tra la stazione di Kyoto Stazione e Amanohashidate.

In autobus:

Da Osaka: Hankyu terminal bus Sanbangai,bus Tankai
Da Kyoto (Kyoto JR terminal della stazione ferroviaria, piattaforma C2): bus Tankai.

 

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!