15 giorni in Giappone

Con due settimane a disposizione potete visitare in modo molto approfondito Tokyo oppure fare un giro per le principali città giapponesi.
Ci sono due metodi per spostarsi tra le città in Giappone: il treno con il Japan Rail Pass (sconsigliato, perdete tempo, costoso) o l’autobus notturno (economico, risparmiate tempo).
Sembra paradossale ma si risparmiano tempo e molti soldi viaggiando in autobus: dormendo di notte mentre viaggiate risparmiate sia i soldi dell’hotel sia il tempo che sprechereste di giorno con il treno.

Vi consiglio di leggere gli articoli sul Japan Rail Pass e sugli autobus notturni per maggiori informazioni e decidere come spostarvi.
In questo itinerario considero gli spostamenti fatti in treno di giorno. Ricordatevi che per gli shinkansen se avete il Japan Rail Pass dovete comunque fare il biglietto (che sarà gratuito) in anticipo in biglietteria: bastano pochi minuti, ma se c’è coda dovete aspettare e rischiate di perdere il treno.

Giorni dall’1 al 6: Tokyo.

Leggete l’itinerario “7 giorni a Tokyo“, si tratta dell’itinerario che ho scritto per chi vuole stare una settimana a Tokyo visitando solo questa città.

Giorno 7: viaggio per Hiroshima e Parco della Pace

La mattina da Tokyo prendete il treno shinkansen, dopo qualche ora arriverete ad Hiroshima.
Portate i bagagli in hotel e fate un giro al Parco della Pace. Il museo della Bomba è tristemente carino, se vi interessa visitarlo informatevi sull’orario di chiusura. Se non lo visitate non vi perdete chissà che cosa. Il Parco della Pace è sempre aperto.
Quando scende la sera potete fare un giro nella zona centrale di Hiroshima tra le vie coperte. Non c’è niente di particolarmente interessante: dopo una settimana a Tokyo troverete Hiroshima alquanto noiosa.
Se il vostro hotel è vicino al Parco della Pace fatevi una passeggiata lì prima di andare a dormire.

Giorno 8: Miyajima e viaggio per Osaka

Alzatevi ad un ora decente e prendete il filobus che vi porta nella zona dove potete prendere il traghetto per l’isola di Miyajima, patrimonio dell’Unesco. Potete vedere il portale del tempio in mezzo al mare ed alcuni monumenti storici. State attenti ai daini che sono affamatissimi: non dategli niente da mangiare.
Potete prendere una funivia e salire sulla cima della montagna più alta dell’isola, ma non ne vale la pena e sprecate tempo per niente: salendo vedrete semplicemente il mare dall’alto, qualche foresta, qualche scimmia scontrosa e poco più. Quindi fate semplicemente un giro di poco più di un oretta sull’isola, fermatevi a mangiare qualcosa e tornate verso la stazione di Hiroshima per prendere lo shinkansen per Osaka.
Arriverete ad Osaka stanchi. Dormite vicino al quartiere Dotonbori, se la sera ve la sentite fate un giro, oppure andate a dormire.

Giorno 9: Osaka

Osaka è la terza città più grande del Giappone ma non ci sono molte cose da vedere. Se vi piace l’idea la mattina potete andare a visitare l’acquario per vedere la vasca più grande del mondo (contiene anche una piccola balena-squalo!) e salire sulla vicina ruota panoramica, oppure potete andare a visitare il famoso castello di Osaka.
In alternativa la mattina potreste prendervela comoda, e il pomeriggio potreste andare a visitare velocemente il castello, inoltre quando inizia a diventare scuro andate all’Umeda Sky Building e salite all’ultimo piano per vedere la vista panoramica e poi la sera state nella zona di Dotonbori (dopo aver camminato sulla strada sotterranea chiamata Namba Walk) e semplicemente guardate il casino e fate qualche giro a piedi dopo aver mangiato un ottimo Okonomiyaki nel ristorante Chibo.

Giorno 10: Kyoto

Da Osaka a Kyoto in treno ci si mette meno di un ora. E’ la città dei templi e della cultura e qua è consigliabile provare l’esperienza della Ryokan, il tipico “hotel” in stile giapponese. Se decidete per questa sistemazione sappiate che in genere offrono la cena in stile kaiseki, per cui vi conviene tornare per l’ora di cena.
Dopo essere arrivati nella tarda mattinata nella Ryokan potete andare verso il famosissimo Tempio Kinkakuji (tempio del padiglione d’oro) e poi verso il giardino di rocce nel tempio zen Ryoanji.
Se avete tempo fate un salto anche al tempio Kiyomizu-dera.
Ogni sera in cui siete a Kyoto fate una passeggiata nelle vie principali; in particolar modo nella zona di Gion vi potrebbe capire di incrociare una geisha o una maiko.

Giorno 11: Kyoto

In seconda giornata nell’antica capitale del Giappone vi consiglio di andare al Fushimi Inari dove potete vedere un infinità di torii rossi in un sentiero che porta fino in cima alla piccola montagna. Andate poi al tempio Heian Jingu e al Ginkaku-ji, il tempio del padiglione d’argento.
A Kyoto ci sono veramente tantissime cose da visitare. Pianificate qualche altra eventuale tappa nel caso abbiate del tempo che vi avanza; dico questo perché per esempio al Fushimi Inari potreste essere interessati solo nel fare la fotografia nella zona iniziale dei torii rossi e poi andarvene oppure fare tutto il lungo sentiero che vi richiederà più tempo.

Giorno 12: Nara

Tenete sempre i bagagli a Kyoto, sta a voi decidere se stare una seconda notte nella Ryokan oppure cambiare e andare in un classico hotel.
In un ora di treno arriverete a Nara, patrimonio mondiale dell’umanità. Oltre a cervi addomesticati si trovano molte cose interessanti: Il tempio Todai-Ji al cui interno c’è la statua gigante di un Buddha, il santuario Kasuga Taisha, il tempio Kōfuku-ji, e molti altri. Una giornata per vedere Nara vi può bastare. La sera tornare a Kyoto, e se non siete stanchi fate una passeggiata.

Giorno 13: da Kyoto a Tokyo

Fate ritorno a Tokyo. Se siete stanchi riposatevi o fate qualche passeggiata in totale relax magari ritornando in uno dei posti che vi erano piaciuti nella prima settimana.
Se invece avete le forze e volete vedere qualcosa di nuovo andate a Shimo-Kitazawa, un colorato quartiere in stile hippy e fate qualche tappa nei quartieri sulla Chuo Line da Shinjuku. In particolare se vi interessano i manga e cose simili potreste fermarvi a Nakano dove potete andare nel più grande negozio della catena Mandarake.

Giorno 14: Kamakura o Nikko

Se avete 15 giorni contati dovete per forza scegliere solo uno di questi due posti che si visitano in una giornata. Altrimenti se potete stare qualche giorno in più andate in entrambi, se vi interessano i templi e la storia.
A Kamakura visitate il tempio Tsurugaoka Hachimangu e l’ Hasedera oltre al Daibutsu, il Buddha gigante al tempio Kotoku-in.
A Nikko invece non perdetevi il tempio Toshogu dove ci sono le 3 scimmiette “non vedo, non sento, non parlo”, il Rinno-Ji e il Mausoleo Taiyu-In.

Giorno 15: giorno libero a Tokyo

L’ultima giornata di preparativi per la partenza, comprate gli ultimi souvenir e fate un giro nei posti che vi hanno colpito maggiormente. La vostra vacanza in Giappone è finita, ma chissà che magari possiate tornare ancora in futuro…

Buon ritorno in Italia!

Ti consiglio di venire in Giappone con GiappoTour! Il viaggio di gruppo in Giappone con più successo in Italia, organizzato da me! Ci sono pochi posti disponibili, prenota ora!