1 giorno di cultura a New York

Se siete amanti della cultura ed avete solo 24 ore per visitare New York, vi consiglio questo itinerario.

1. Central Park

Dirigetevi verso il quartiere Upper West Side e fate un salto da uno dei più antichi Deli e cafè di New York: Zabar’s (all’incrocio tra la Broadway e 80th St); è famoso per i suoi bagel, perciò provatene uno, ordinate un caffè e dirigetevi verso il Riverside Park per fare colazione sul fiume  Hudson. Poi incamminatevi lungo la Broadway fino alla 72nd Street e svoltate verso Central Park. Al termine di questo viale, affacciata sul parco si trova l’elegante Dakota Building, ovvero l’ex residenza di John Lennon. Poco dopo essere entrati nel parco troverete lo Strawberry Fields Memorial, l’area dedicata al cantante, riconoscibile dal bellissimo mosaico “Imagine”. Da qui dirigetevi a nord verso la Bethesda Terrace, il cuore di Central Park; salite la scalinata per godervi una bellissima vista sul lago, sul paesaggio verde del parco e sulla fontana che domina il centro di questa piazza. Si tratta della fontana più famosa di New York ed è sormontata dalla splendida statua “Angel of the Waters”. Spesso qui si esibiscono gli artisti di strada con sketch e spettacoli di musica.

2. Metropolitan Museum of Art/ Museum of the City of New York/Museum of Natural History

Da qui avete tre possibilità: potete dirigervi verso nord-est dove si trovano il Metropolitan Museum of Art (Met) e più a nord il Museum of the City of New York oppure andare verso nord-ovest, in direzione del Delacorte Theatre e recarvi al Museum of Natural History.

Il Met è perfetto per gli amanti dell’arte perché custodisce la più vasta collezione di opere al mondo, tra cui opere risalenti all’antico Egitto e all’antichità classica, dipinti e sculture dei più grandi maestri Europei e una serie di opere d’arte contemporanea; ci sono inoltre sezioni dedicate a strumenti musicali, abiti e accessori d’epoca e armi ed armature antiche.

Se invece siete curiosi di conoscere la storia della città potrebbe essere interessante visitare il  Museum of the City of New York, dove si ripercorrono tutte le tappe storiche della Grande Mela, dalla fondazione ad oggi attraverso documentari, foto e reperti.

Il Museum of Natural History è indicato per chi viaggi con dei bambini o per chi è appassionato di storia e natura; ci sono tante sezioni interessanti, da quella dedicata ai dinosauri e alla storia della Terra, a quella che offre una panoramica sulle culture indigene, per poi passare all’esplorazione degli oceani e dello spazio.

Se vi recate a New York in alta stagione vi consiglio di prenotare i biglietti del vostro museo preferito in anticipo per poter saltare le code; considerate poi una visita di circa due ore. Una volta terminata la visita prendete la metro e dirigetevi verso la stazione del Grand Central Terminal.

3. Grand Central Terminal,  Chrysler Building e New York Public Library

Ripetete il punto 4 come sopra. Approfittatene per fare una pausa pranzo in uno dei ristorantini della Grand Central Terminal oppure fatevi prendetevi qualcosa da mangiare in uno dei deli o bar nelle vicinanze e gustatevi il pranzo su una panchina di Bryant Park. Nel parco c’è anche una giostra e aree giochi per i bambini e in inverno qui viene allestita una pista di pattinaggio; in molti punti è disponibile il wi-fi così potete navigare su internet.

4. Empire State Building

Terminato il pranzo percorrete la Fifth Avenue verso sud e fermatevi all’incrocio con la 33rd Street, dove si trova l’Empire State Building. Dall’osservatorio potrete godervi una splendida vista a 360°C sulla città, che spazia da Central Park, il fiume Hudson e l’East River, fino al il ponte di Brooklyn, Times Square, la Statua della Libertà e tanto altro. Ci sono due osservatori, uno all’86° piano e un secondo al 102°. Probabilmente dovrete fare un po’ di fila, soprattutto in alta stagione, anche se avete già il biglietto per via dei rigorosi controlli effettuati prima di accedere. Mentre siete in attesa nella hall approfittatene per ammirare lo splendido ingresso, ricco di dettagli imperdibili: tra questi vi sono i decori del soffitto, che rendono omaggio all’Era delle macchine raffigurando i pianeti e le stelle come ingranaggi di una catena di montaggio; su una parete c’è poi una rappresentazione dello stesso Empire State Building, che qui si presenta con fasci di luce originati dalla punta dell’edificio: è una delle immagini più famose di New York. Usciti dall’edificio, riprendete la metro e dirigetevi verso il ponte di Brooklyn.

5. Ponte di Brooklyn

Cercate di arrivare al  ponte di Brooklyn verso il tardo pomeriggio/tramonto per godervi lo spettacolo. Se avete tempo a disposizione potete percorrere tutto il ponte o solo un tratto, quanto basta per scattare splendide foto della città!

6. City Hall e Chinatown/Little Italy

Tornando indietro fermatevi a dare un’occhiata alla New York City Hall, al centro del City Hall Park. Si tratta del più antico municipio degli Stati Uniti ed è in funzione ancora oggi. Dinanzi al municipio, sotto la City Hall Plaza si trova una stazione della metro “abbandonata”: i treni non si fermano più ma transitano dalla stazione, che però si può ancora visitare. In origine era il terminal della prima rete metropolitana ed è una stazione particolarmente bella e decorata. Risalite lungo Broadway Street e arrivate fino all’incrocio con Canal Street, il centro di Chinatown. Svoltate a destra, verso est, e passeggiate lungo il viale immergendovi nei colori e nei profumi del quartiere più vivace di New York. Se amate la cucina etnica potete fermarvi a cena in uno dei ristorantini della zona: ce ne sono tanti e per tutti i gusti e offrono prezzi davvero economici! Il più famoso è Joe’s Shangai su Pell Street. Se invece volete rimanere fedeli ai sapori Made in Italy proseguite fino all’incrocio con Mulberry Street e poi svoltate verso nord entrando nel cuore di Little Italy. Qui trovate tante trattorie e ristorantini di cucina italiana, tra cui il famoso Lombardi’s, la più antica pizzeria di New York (si consiglia la prenotazione). Se capitate in estate durante i weekend un tratto di questa strada diventa isola pedonale con  bar e  ristoranti che allestiscono i tavoli all’aperto.

 7. Times Square

Dopo cena riprendete la metro e dirigetevi verso nord fermandovi a Times Square. Trascorrete un po’ di tempo passeggiando lungo questo viale perennemente affollato e lasciatevi abbagliare dalle mille luci di New York.